abruzzoinfesta
A causa dell'emergenza Covid-19 sono sospese, su tutto il territorio nazionale, tutte le manifestazioni e le iniziative di qualsiasi natura.
Pertanto, gli eventi promossi sul sito sono da ritenersi annullati fino a quando il Governo non ritirerà i divieti. Date e programmi presenti negli articoli al momento non sono validi.

Festa della Madonna delle Grazie a Rosello

08 settembre - Rosello (CH)
La Madonna Pellegrina, Festa della Madonna delle Grazie a Rosello (CH). L'8 settembre, il giorno della festa, il quadro miracoloso della Madonna delle Grazie viene trasportato in processione dal Santuario, fino in paese dove sosta di casa in casa, ricevendo omaggi ed ex-voto.

E' una festa tutta paesana, intima, che solo un abitante del luogo può riuscire a comprendere nel suo profondo significato di legame alla propria terra, alle proprie radici culturali e sentimentali e che al forestiero può anche sembrare senza senso, se non riesce a penetrarne la singolare bellezza. La chiesa in cui si venera la Madonna del Purgatorio è posta fuori del vecchio centro formato di grige case, che si vanno quà e là rinnovando e risistemando, dominato dalla Chiesa di San Nicola e da torre rocciosa dalla quale si può dominare un ampio e luminoso paesaggio Ed è a questa Chiesa che tutto il paese si reca verso le 11 del mattino per partecipare ai riti religiosi, quali sempre all'aperto, sul sagrato, con i sacerdoti che confessano i fedeli in ginocchio nei prati circostanti davanti a tutti, che preludono alla processione che poi si sviluppa attraverso un percorso che si svolge a tornante verso prati odorosi, qua e là segnati di querce, di carpini, di abeti.

Fino a qualche anno prima che l'Arcivescovo di Trivento, della cui diocesi Rosello fa parte, imponesse il divieto, si procedeva all'assegnazione della Madonna con una riffa che costituiva per molti rosellani un punto d'onore e di obbligo religioso o per sciogliere un voto o per mantenere una promessa o per semplice devozione.Si ricorda una anziana donna tornata a Rosello per ringraziare la Madonna per aver salvato la vita del figlio nel Vietnam, la quale non riuscendo a raggiungere un'offerta possibile, ebbe in concessione la Madonna da chi si era aggiudicata l'asta con un'offerta maggiore e che aveva compreso il dramma della donna.

Oggi le offerte vengono date al comitato feste, un cui delegato cammina innanzi alla Santa tela, portata a braccia da uomini e donne lungo tutto il percorso dalla chiesa di campagna alla chiesa parrocchiale del paese.Da qui, nel pomeriggio parte la processione tradizionale, quella più ricca di significato, che gira per tutte le strade del paese, senza tralasciare nessun vicolo e nessuna casa, con non poche peripezie per far passare la tela nei punti più stretti. Appena la tela della Madonna esce dalla Chiesa e inizia il suo itinerario, ci si accorge che un singolare avvenimento si sta verificando: ecco che le aste della portantina vengono afferrate da mani ossute di uomini e donne che si sono staccati dagli usci di casa, hanno deposto l'offerta in denaro nella borsa del deputato della festa e hanno poi trasportato la Madonna per una decina di metri, mentre con una tacita intesa, le loro mani vengono sostituite da quelle di altre persone che si avvicendano senza che nessuno riesca a rendersi conto di questo veloce passaggio di mano in mano dell'oggetto della venerazione. Cosi tra un continuo avvicendarsi di uomini, donne, ragazzi, ragazze, tutto il paese di Rosello si realizza una singolare staffetta religiosa che dura per molte ore fino a quando la tela della Madonna non fa ritorno alla chiesa parrocchiale per essere poi riportata nella sua dimora abituale alla periferia del paese e salutata da fragorosi botti di fuochi pirotecnici ed esecuzione musicale della banda.

E' già il tramonto quando la Santa tela passata di mano in mano degli abitanti rosellani, senza aver avuto nemmeno uno scossone, quasi costituisse un oggetto prezioso da trattare con la massima delicatezza, rientra nella chiesa dove si dice che sia arrivata secoli addietro per mano angelica.Gli abitanti di Rosello hanno vissuto un'altro commovente incontro con una realtà religiosa che nessuna ideologia materialistica e programmatica riuscirà a sradicare, perchè è un sentimento che ognuno di loro si trascina dietro da sempre, ancor prima di nascere, quasi che sia stato trasmesso loro per via ereditaria.

L' 8 Settembre a Rosello: un'esperienza indimenticabile se si riesce a comprendere la profonda bellezza di una tradizione, che non lascia spazio alle coreografie folkloristiche di altre manifestazioni, per accontentarsi di una ritualità semplice e scarna, ma di una forza inconmensurabile.

Ultima modifica 01/06/2015 ore 14:42
Fonte / Autore: Dalla rivista Feste e Riti in Abruzzo (1984)


CONDIVIDI SU   FacebookTwitterGoogle+

Home Abruzzo in festa Sagre in Abruzzo Feste in Abruzzo Mercatini e fiere Festival e rassegne Altri eventi in Abruzzo Eventi di rilievo Santi patroni
Seguici su
Segnala un evento
ricerca avanzata »
Feste, sagre, eventi, mercatini a Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre
Sagre, feste, mercatini, eventi a Chieti L'Aquila Pescara Teramo
Elenco feste e sagre
N.B. abruzzoinfesta.com non è in alcun modo responsabile per eventuali errori o omissioni contenuti nelle informazioni pubblicate
Chi siamo | Contatti | Termini di utilizzo | Privacy | Cookie